Ultima modifica: 21 novembre 2016
ISTITUTO COMPRENSIVO ARDEA II > L’ istituto Comprensivo > Piano Nazionale Scuola Digitale 2016-2019

Piano Nazionale Scuola Digitale 2016-2019

PNSD PER IL POF a.s. 2016/2017
Istituto Comprensivo Ardea II
A cura della docente Marina Nassuato

PREMESSA

L’Animatore Digitale individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinché possa (rif. Prot. n° 17791 del 19/11/2015) “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonché diffondere le politiche legate all’innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del Piano nazionale Scuola digitale”
Si tratta, quindi, di una figura di sistema che ha un ruolo strategico nella diffusione dell’innovazione digitale a scuola; il PNSD prevede un’azione dedicata, la #26.
Il suo profilo (cfr. azione #28 del PNSD) è rivolto a:

FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l’organizzazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi.

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi aperti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.

CREAZIONE  DI  SOLUZIONI  INNOVATIVE:  individuare  soluzioni  metodologiche  e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.

Prime azioni dell’animatore digitale nel corso dell’anno corrente in attesa della formazione prevista dalla nota 17791 del 19/11/2015 e dell’approvazione del piano di intervento inserito nel PTOF:

PUBBLICAZIONE del Piano Nazionale Scuola Digitale sul sito della Scuola con area dedicata e socializzazione del documento con l’intero corpo docente per avviare una seria riflessione sul merito. Questa fase potrebbe essere svolta tra gennaio e febbraio 2016 mediante incontri coinvolgendo, in un primo momento, i membri della commissione PTOF.

RICOGNIZIONE. Il secondo passo necessario è fare una ricognizione puntuale di tutte le “buone pratiche” (digitali e non) che nel nostro istituto vengono già attuate, magari da anni, senza la giusta visibilità. Tale ricognizione dovrebbe tenere presenti anche i risultati del recente RAV (rapporto di autovalutazione) che la scuola ha redatto e pubblicato. Tale fase potrebbe essere svolta tra febbraio-marzo 2016 e tradursi in un documento ufficiale che sia a disposizione di docenti, alunni e famiglie. A tal proposito verrà somministrato un questionario on-line che permetterà una ricognizione puntuale delle competenze digitali e delle buone pratiche.

ANALISI DEI BISOGNI e PEDAGOGIE. Dopo la ricognizione è opportuno capire di cosa abbia bisogno (nell’immediato e su lungo termine) il nostro istituto e cosa si vuol fare di innovativo (con le tecnologie ma non solo) nei prossimi tre anni. Tale fase potrebbe essere svolta tra aprile-maggio 2016

INTERVENTI AD HOC. Chiarite le “pedagogie” che si vogliono perseguire e i mezzi idonei a farlo, l’AD potrà progettare gli interventi di formazione specifici. Tale fase di formazione potrebbe essere svolta nel mese di giugno 2016.

VALUTAZIONE e AUTOVALUTAZIONE. Al termine dell’anno scolastico l’AD potrà già elaborare alcune preliminari conclusioni sui primi interventi ed approcci da lei coordinati. Ad esempio potrà esprimersi sul grado di partecipazione dei propri colleghi in seno alla fase di RICOGNIZIONE e alla fase di INTERVENTO, mediante la compilazione di un report conclusivo. Questa fase potrebbe essere svolta nel mese di giugno 2016.

E’ stato necessario progettare un percorso di sviluppo di metodologie innovative che fosse adatto alla scuola in cui operiamo, determinandone il successo. Il piano d’intervento è stato programmato per l’anno scolastico in corso, 2016/2017, con l’impegno di revisione nel mese di ottobre di ogni anno. Tale indirizzo organizzativo darà modo di attuare un’attenta riflessione sulle attività da proporre, la formazione dovrà essere rispondente ai bisogni rilevati ed in grado di compensare le carenze rispetto al piano complessivo. Le attività dovranno consentire di valorizzare le tante esperienze positive che già i docenti realizzano, con l’obiettivo di migliorarle ed elevarle a sistema. Importante sarà il ruolo degli studenti, veri destinatari dei piani di miglioramento delle strategie di apprendimento, da coinvolgere e responsabilizzare con attività che li portino a diventare soggetti attivi nella realizzazione del PNSD.

Coerentemente con quanto previsto dal PNSD (Azione #28), in qualità di Animatore Digitale dell’Istituto, la sottoscritta presenta il proprio piano di intervento per l’a.s. 2016/2017. In allegato il piano triennale PNSD

AMBITO INTERVENTI
FORMAZIONE INTERNA II fase formazione specifica per Animatore Digitale –Team innovazione-Assistenti Amministrativi-10 docenti individuati dall’Istituto.
Pubblicizzazione e socializzazione delle finalità del PNSD con il corpo docente
Pubblicizzazione sul sito della scuola del PNSD con spazio dedicato al Piano realizzato dalla scuola.
Formazione per utilizzo spazi Drive condivisi e documentazione di sistema:

-sessione formativa per tutti i docenti

-sessioni specifiche di approfondimento per docenti di nuova nomina

-sessione formativa utilizzo registro elettronico per docenti di nuova nomina

Formazione   Flipped   Classroom  (sessione   sperimentale   per   gruppo   docenti interessati) – Per coinvolgimento classi al Progetto Avanguardie Educative (con relativa formazione in rete)
Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali
COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA Primo approccio di uno spazio cloud d’Istituto per la condivisione di attività e la diffusione delle buone pratiche (Google apps for Education/Microsoft Education)
Partecipazione nell’ambito del progetto “Programma il futuro” a Code Week e a all’ora di coding attraverso la realizzazione di laboratori di coding.
Creazioni di spazi web specifici di documentazione e diffusione delle azioni relative al PNSD.
Partecipazione ad eventi legati al PNSD-settimana dal 25 al 30 novembre.
Coordinamento con lo staff di direzione
CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE Creazione Revisione, integrazione, della rete wi-fi di Istituto
Ricognizione della dotazione tecnologica di Istituto e sua eventuale integrazione / revisione
Primo approccio al pensiero computazionale